Baroque Turinois
Pendentif : "Neuv Caval 'd Brôns" sur le modèle de la statue de la piazza San Carlo
sul modello della statua equestre in piazza San Carlo, papier mâché, acrilico, 2008

martinArte, du 30 avril au 14 mai 2010
Mostra personale a cura di Paola Barbarossa
– C.so Siracusa 24a – Torino - tel. 011 35 24 27  e-mail: paolabarbarossa@libero.it

Photo © Alberto Vitacchio


martinArte


Le Hussard sur le toit hommage littéraire (Stendhal, Giono) à la ville de Turin, papier et colle, 2010
L'ussaro sul tetto (Romanzo di Jean Giono. Viaggio di un soldato piemontese tra Marsiglia e Torino attraverso le Alpi, nel corso di una epidemia di colera. Angelo, l'eroe è ispirato dal Fabrizio di Stendhal.) carta (manifesti e giornali), colla, 2010


Pentélisée inspirées des fresques du Castello della Manta, acrylique sur tissu provençal, 2 x 1,50 m, 2010
à droite, Madonna con bambino, céramique, émaux et oxides, hauteur : 45 cm, 2010
Pentesilea secondo gli affreschi del Castello della Manta, acrilico e foglia di rame su tessuto provenzale, 2010
a destra,
Madonna con bambino, ceramica, ossidi e smalti, 2010



Actualisation du Mur de cartes postales avec des cartes et des évocations de Turin
Aggiornamento del Muro di cartoline con cartoline ed evocazione di Torino

Véronique Champollion incontra" La Femme des Petites Provinces"  ( la Donna delle piccole province.)
Ne fa un libretto, una sorta di opera pittorica costruita con la sua arte del riutilizzo delle immagini, della sovrapposizione di temi, del gioco di trasparenze in cui vediamo una folla attraverso i finestrini di un tram o della metropolitana. Poi anche il paesaggio urbano dal tavolino di un caffè, la panca di una sala d'attesa, un corridoio del metrò. L'artista e lo scrittore s'incontrano casualmente e idealmente in una piccola città, che per l'uno è solo il luogo dove inizia una finzione, mentre per l'altro è fonte di un immaginario che oggi si è realizzato.
Katy Remy, 2010



trois vues de Turin, huile sur marouflage sur toile, 44 x 33 cm, 2010 -     bijoux en papier, dont les "Cavaliers sur dragon", en collaboration avec Maura Biamonti
tre vedute di Torino, olio su marouflage, 44 x 33 cm, 2010 -         gioielli, compresi cavalieri a cavallo di un drago, papier mâché e metallo, 2010, in collaborazione con Maura Biamonti



évocations baroques : plafonds et coupoles piémontais et ligures sur affiches de Monaco, parodies de marines sur papier journal
barocco: soffitti e cupole piemontese e ligure su manifesti turistici di Monaco, parodie di marine su carta da giornale

Paola Barbarossa, les éditeurs et artistes Carla Bertola et Alberto Vitacchio

l'artiste Guido Palmero, la galeriste Natalia d'Alemanno et le critique Enzo Papa (Corriere dell'arte), texte ci-dessous

Mirabili  Mirabilie

Di Véronique Champollion

Parodie divertenti o graffianti di figure mitologiche che parlano come noi attraverso le parole dei giornali e quelle delle pubblicità, prendono forma nelle sculture di Véronique Champollion. Figure che sono anche dipinte su grandi tele, foulards, pagine di libri, manifesti gran formato, volantini di largo consumo, in una parola tutto quello che le capita sottomano e mette in moto la sua fantasia e il suo talento.

Ecco avanzare donne-madonne-cortigiane-sante, ma anche Biancaneve con un numero sempre crescente di nani (un centinaio attualmente), e poi donne dal petto altero e lo sguardo indefinibile, bambini e angeli maliziosi, santi distratti in cucina, cavalieri solenni.  Vi sono anche i minotauri a volte minacciosi a volte bonari, e sculture che galleggiano nel mare.

 Questa carta-parlante con notizie usate in modo spiazzante è l’anello di congiunzione tra il mito e il presente, che crea sempre nuove mitologie di morti e di viventi.

Véronique è stata parecchie volte a Torino, ama questa città di statue equestri e di barocco che assimila al suo barroque.

Voglio aggiungere che per entrare veramente nel cuore della sua produzione artistica, bisogna vederla lavorare con grande velocità e la massima concentrazione che nulla di quanto potrebbe distrarla può scalfire. Tuttavia riesce a dedicarsi ad altre attività artistiche come la musica e la performance tutte perfettamente inserite tra mille incombenze.   Nel suo regno di magia, in un esplodere di immagini stupefacenti, regna lei, maga sorridente e disincantata.

Carla Bertola, aprile 2010

 

retour en haut ou retour accueil Véronique Champollion site web